12/12/2018

Feola: «Cerchiamo di rimanere sul pezzo e pensare a noi»

Andrea Feola, schierato nel secondo tempo, è stato chiamato da Giovanni Cornacchini per contrastare la “garra” della mediana siciliana.

«Ci aspettavamo una squadra tosta e si è visto. Il turno infrasettimanale poi non è mai facile. Tre giorni fa abbiamo affrontato una partita ostica sul sintetico. La stanchezza si è fatta sentire. Comunque quando non giochi bene e vinci è un bel dato».

Il mantra è: non esistono gare facili: «Non eravamo lucidi, loro sono una squadra molto fisica. Se non prendi la seconda palla poi si creano pericoli. È andata bene, ci godiamo i tre punti. Loro facevano questi lanci a scavalcare il nostro centrocampo. Devi essere bravo ad adeguarti alla partita e alla categoria, quest’anno ci imbattiamo in tante sfide del genere. Anche a Portici è stata simile. Ma fin quando vinciamo, va bene così».

Per il n.° 21 biancorosso una prova convincente, pur senza i gradi di titolare: «Penso che ogni giocatore voglia giocarle tutte. Quando però vedi chi viene schierato al tuo posto, devi essere realista, Hamlili e Bolzoni sono due grandi giocatori. Quest’anno è particolare per i vincoli sull’impiego degli under. Più che al personale, dobbiamo pensare alla squadra».

Primo posto consolidato e titolo di campione d’inverno in cascina. «Nove lunghezze sulla seconda sono un bel bottino, però bisogna sempre stare sul pezzo. Anche in C si sono visti campionati che sembravano già vinti e poi… Cerchiamo di rimanere sul pezzo e pensare a noi».

Ultimo video

Al 1º Colpo // La festa promozione della SSC Bari

giovedì 02 maggio 2019